“Per chi non crede”: aviolancio alleato a Mosceta

Aviolancio alleato

Il 18 febbraio 1944, alle 4 del mattino, preceduto dal messaggio speciale “Per chi non crede” trasmesso da Radio Londra, avvenne il primo aviolancio effettuato da un Halifax inglese in località Foce di Mosceta, ai piedi del monte Pania.

La località Foce di Mosceta così come appare oggi (ben visibile il rifugio G. Del Freo)

Vennero paracadutati 17 bidoni contenenti armi, munizioni, materiale da sabotaggio, vestiario, viveri e generi di conforto.

Nonostante le precauzioni prese, quel lancio non passò inosservato ai fascisti, i quali ebbero la conferma dei loro sospetti e la certezza che anche in Versilia esisteva un movimento resistenziale ben organizzato.

La frase in codice “Per chi non crede” fu coniata da Manfredo Bertini per contrastare lo scetticismo verso l’aiuto che gli Alleati avrebbero dato ai partigiani locali.

Per organizzare il primo aviolancio in terra versiliese venne utilizzato un apparecchio radio con i piani di trasmissione e le frequenze di un radiotelegrafista che operava il Lunigiana, Domenico Azzari. 

(L’immagine dell’aviolancio alleato utilizzata per questo approfondimento è una foto di repertorio non riferita al lancio in Versilia)